Mediafire & ADrive accounts have been locked

08/04/2012: mediafire account has been closed
16/11/2015: adrive account has been closed
11/07/2016: new mega account

8 novembre 2010

Ultima Spiaggia - Disco dell'angoscia #1975

Negli anni ’70, contestualmente a produzioni di grande qualità tra il ’74 e il ’78 con la Intingo, il vulcanico artista lodigiano Ricky Gianco inizierà anche ad interessarsi a materiale di grande valenza sociale portando avanti da un lato una lunga collaborazione col poeta Gianfranco Manfredi e dall’altro, fondando con Nanni Ricordi una seconda discografica dal nome Ultima Spiaggia.
Con essa Gianco darà vita a uno dei più azzeccati lp di Enzo Jannacci (Quelli che), lancerà il giovane Ivan Cattaneo e produrrà artisti del calibro di Claudio Lolli, Roberto Colombo, Currà, Gramigna e la band interrazziale I.P.SON GROUP.
Contemporaneamente al capolavoro di Jannacci, ad inaugurare la nuova etichetta indipendente c’è anche uno strano lp, attribuito alla stessa ragione sociale della label e dal titolo Disco dell’angoscia. Spesso attribuito al solo Gianco, in realtà l’album è una sorta di jam session collettiva a cui partecipano, oltre allo stesso Ricky, anche Manfredi, Nanni Ricordi, Ivan Cattaneo, Sergio Farina, Hugo Heredia (poi con ANTONIUS REX in Ralefun) e Tullio De Piscopo.
Il risultato è devastante e segna un cambio di rotta talmente netto, da far pensare che l’artista di Lodi non solo avesse introiettato coscientemente tutto il periodo underground e controculturale, ma che fosse anche perfettamente preparato per accettarne quelle successive trasformazioni che sfoceranno nel “movimento del ‘77”.
In questo senso, la scrittura del suo co-autore Gianfranco Manfredi, non è soltanto la perfetta fotografia di una società in transizione, ma pone addirittura le basi per una nuovo linguaggio in cui poesia, coscienza, autoralità, sogno e realtà vengono centrifugate da un’ironia spietata, pungente e drammaticamente attuale.
Esattamente quella che in capo a tre anni investirà tutto il circuito delle lotte alternative.
Così come per i testi, anche la musica è un “pastiche” di citazioni popolari, concrete, goliardiche, sinfoniche, rock e cantautorali, ma il risultato non è più progressive: è una forma strutturale nuova che nell’insieme rifugge dalla seriosità del prog quasi a prendersi gioco di se stessa, pur se in forma tecnicamente ineccepibile.
Così come dunque sta per succedere ad un mondo giovanile in cui sarà “una risata che vi seppellirà”, anche nel Disco dell’angoscia il mondo viene fatto a brandelli da un’ironia smitizzante, storicamente consapevole, e restituita in tutta la sua potente complessità a partire dalla pungente copertina del M° Paolo Baratella.

Un album shock che comunque segna per lui un cambio di registro drammatico. Una pietra miliare dell’off-pop italiano. Costruito concept attorno alla vicenda di un uomo che precipita in un limbo nerissimo, apre con L’incidente, battito cardiaco, crash automobilistico, synth che disegnano gorghi infernali mentre in lontananza la voce di Manfredi annuncia che il guidatore è finito in coma profondo. Da lì è tutta una battaglia tra affondi proggy-pop e divertiti orrorismi, in un’altalena di cantilene infantili, cinguettii di fringuelli, requiem ecclesiastici, messe sataniche complete di voci rallentate e accelerate, cut-up radiofonici” (da Christian Zingales, Italiani brava gente, Turtle edizioni, 2008)

Per quanto riguarda la musica italiana d’avanguardia, il Disco dell’angoscia è dunque da considerarsi un’apripista. Un lavoro senza paragoni che anticipa di almeno due anni quella che sarà la nuova rivoluzione giovanile.
Un album che va ascoltato (e letto) con grande attenzione perchè, visto in un'ottica corretta, vale più di mille libri di storia contemporanea.

dal blog John's Classic Rock

Ultima Spiaggia - Davanti al nastro che corre


Tracklist:

a1. L'incidente
a2. Voglio vivere
a3. Motivo angoscia 1
a4. Canto delle streghe e del demonio
a5. Motivo angoscia 2
a6. Samba della tortura e della guerra
a7. Che cosa è...

b1. Motivo angoscia 3
b2. Rock della ricostruzione
b3. Davanti al nastro che corre
b4. Motivo angoscia 4
b5. Zucchero mio
b6. Piacere e potere
b7. Motivo angoscia 5
b8. L'incidente

Ultima Spiaggia
-------------------------------------------
Download here

*****

Nessun commento: