Mediafire & ADrive accounts have been locked

08/04/2012: mediafire account has been closed
16/11/2015: adrive account has been closed
11/07/2016: new mega account
mega folder link https://goo.gl/1BtS2B

31 marzo 2010

Notorius - La danza dei nervi #1999

Ammetto le mie colpe: questo gruppo non lo conoscevo e se non fosse stato per un pio utente di SB che ha postato il disco in questione, probabilmente me lo sarei perso. Che dire, non ricordo di aver mai ascoltato un disco hardcore italiano suonare in questo modo: perché i Notorius di canonico hanno ben poco (forse solo il cantato in lingua madre) e alla furia classica del genere aggiungono schegge di post punk, passaggi noiseggianti e altri quasi matematici, momenti emozionali e un tocco di goticità con quell'hammond sbarazzino che spunta ogni tanto qua e là.
Questo è il secondo lavoro (in versione cd su Valium records) della band ormai defunta e l'unico sulla lunga distanza, uscito dopo il 7" omonimo e prima dello split con gli SLAVES.
Fortunatamente l'autunno scorso ho rimediato ai miei errori comprando una copia del vinile a un banchetto all'ultimo concerto del Lazzaretto. E chiudo in rima.

Notorius - La danza dei nervi


Tracklist:

01. Senza titolo
02. Panico
03. Memoria
04. La danza dei nervi
05. Il fomentatore
06. Strumentale
07. Anche tu lo vedi adesso
08. Gloria e vanità

Valium records
---------------------------------------
Download here

*****

27 marzo 2010

AA.VV./Throbbing Gristle - Nice tracks/Mission is terminated (2 lp) #1983

Per la serie "i bei tempi che furono"...Incredibile e strambissima compilation che mette insieme cut-up di borroughsiana memoria (interviste, telefonate, parti recitate), dell'ottima industrial e un po' di new wave. Ci sono i Throbbing Gristle, ci sono alcuni tra i migliori gruppi (Confusional Quartet, Rats, Skizo, Neon) e personaggi (Oderso Rubini, Miss Xox - già HITLERSS e ANDY BANANA TECHNICOLOR) del post punk italiano, c'è Mark Perry, c'è Majakovskji, c'è Artaud. E ci sono anche 2 secondi di Elvis.
A questa splendida follia era allegata la versione definitiva (tutta dedicata ai TG e tutta scansionata) del Red Ronnie's Bazar, una fanzine partita nel 1978, durata 4 numeri e culminata (1980) nella nascita della Nice Label, fondata con l'intento di "far crescere la scena sul solco della porta aperta dall'Italian Records".
Il rip, rubato a Cranio (thanx), è così diviso: la compilation Nice Tracks è giustamente da bere tutta d'un fiato con un'unica traccia per lato; il 12" dei TG, invece, ha le tracce divise normalmente.
F-o-n-d-a-m-e-n-t-a-l-e!

AA.VV. - Nice Tracks

a01. Confusional Quartet - Inno d'Italia
a02. Jessica - J.T.J (Interview About Ice-cream – Summer 1982)
a03. XX Century Zorro - Tape-cuttings From The Cassette "La Côte d'Azur"
a04. Elvis Presley - Las Vegas – August 22, 1969
a05. Sandra Soster - Phone Call – July 7, 1982
a06. Marco Bertoni / Gianni Gitti - Calì
a07. Mark Perry - A&M Meeting In Police Tent – Reading – August 28, 1979
a08. Skizo - Fade Sooner
a09. Gillo Pontecorvo - La Battaglia Di Algeri (Excerpt)
a10. Federico Fellini - Toby Dammit (Excerpt)
a11. Enrico Serotti - 1.707.000
a12. No Artist - Chinese Woman
a13. Sergio Leone - Giù La Testa (Excerpt)
a14. Monofonic Orchestra - La Storia Del West
a15. Marco Guidi - Conversations In Bologna At The Tinello Restaurant On September 9, 1981
a16. Radetzky E Gli Isotopi - Il Funerale Di Fruit Flavoured Drops
a17. Salvatore Sechi - Conversations In Bologna At The Tinello Restaurant On September 9, 1981
a18. Luca Miti - Cervello
a19. Duran Duran - From An Interview With Red Ronnie – London, Lindsay Hotel – June 2, 1981

d01. Carmelo Bene - From William Shakespeare's "Giulietta e Romeo"
d02. Rats - Tattoo
d03. Pope Giovanni Paolo I - Discourse On September 1978
d04. Ari - From A Video-Interview In Modena On September 2, 1981
d05. XX Century Zorro - Lacoste Azure
d06. Gianni Gitti - Message On The Answering Service
d07. Marco Bertoni / Gianni Gitti - Saionara
d08. Russian Radio - Yuri Gagarin Is In The Space - From The Announcement
d09. Alfred Hitchcock - From A BBC Interview
d10. Radio Prague - Last Appeals During The German Invasion of September 1939
d11. Neon - Stelle E Strisce
d12. Stevo - Taken From The Presentation Of Psychic TV – London, Ritzy Theatre – October 2, 1982
d13. Psychic TV - Tape Cuttings From Their First Public Exhibition During The Final Academy – London, Ritzy Theatre – October 2, 1982
d14. O-Zone - Hommage A Duke Ellington
d15. Antonin Artaud - Excerpt From "Pour En Finir Avec Le Jugement De Dieu"
d16. No Artist - Red Indians - Indian Song
d17. Cigaro - Frisbee
d18. Genesis P-Orridge - Conversations In Rome At The Florentina Restaurant On March 20, 1981
d19. Lord Peter Christopherson - Conversations In Rome At The Florentina Restaurant On March 20, 1981
d20. No Artist - French Girl - Heavy Breathings In The Porno Film "Les Petites Filles"
d21. Confusional Quartet - Senza Titolo
d22. Ronnie Peterson - From An Interview In Austria At The F1 Grand Prix On August 1978, Two Weeks Before His Fatal Accident
d23. Federico Fellini - Toby Dammit (Excerpt)
d24. Claudia Lloyd - Femme Fatale

Throbbing Gristle - Mission is terminated

b1. You dont no
b2. Damaru sunrise

c1. Medicine for catholic sex (love song for Paula)
c2. Exotic violence della morte

Nice Label
------------------------------------
Download here

*****

Smart Cops - Cominciare a vivere (7")/One sided (7") #2009

Secondo sette pollici per il combo multi-provincia nostrano che spara 5 cartucce di fast rock'n'roll, veloce, poco distorto eppure un po' lo-fi. Soprattutto ben suonato. I giovanotti (ex LA PIOVRA e OHUZARU) sono anche provvisti di una buona dose di ironia perché, nelle intenzioni, il vinile in questione dovrebbe essere "un concept album sulla crisi esistenziale di uno sbirro, che riscopre se stesso iniziando una seconda vita da drogato". Questa è la versione ammeregana su Sorry State, che usciva con allegato il 7" one-sided per il tour statunitense, dove i nostri si cimentano in un pazzo e splendido medley di 10 pezzi in 3 minuti, sempre incentrato sulla figura dello sbirro (di merda!).

Smart Cops - A quattro zampe


Tracklist:

a1. A quattro zampe
a2. Gambe levate

b1. K.O.P. (king of punx)
b2. Il soffio al cuore che ha il suono di un fischietto
b3. Stato, cazzo!

Sorry State records
----------------------------------
Myspace
Download here

*****

26 marzo 2010

I Refuse It!/Cheetah Chrome Motherfuckers - Permanent scare/Sfregio permanente (split tape) #1983

Occhei, occhei, so che sono cose da non fare e che molti di voi mi insulteranno, ma dopo mille peripezie e sbattimenti sono riuscito a ricomporre le sole registrazioni disponibili di questa meravigliosa tape (e non della ristampa su vinile dell'anno successivo, con molte tracce in meno). L'unico problema? Che i rip dei due lati sono diversi: il lato dei CCM è a 192kbps, quello degli I Refuse It! è a 256kbps...Fate vobis, ma sappiate che i volumi non sono poi così differenti.
Spendere parole su due tra i migliori gruppi hardcore della penisola (e sul GDHC) mi sembra completamente inutile, quindi passiamo subito ai ringraziamenti: per il lato Cheetah Chrome Motherfuckers an enormous thank you to Stormy e il suo ottimo Blogged and Quartered (che dopo un lunghissimo dibattito nei commenti è riuscito anche a tirare fuori la tracklist esatta, "correggendo" gli errori di stampa sulla copertina); per il lato B, invece, mille grazie a Lazyproduction che ha buttato , come se nulla fosse, l'unico rip disponibile della metà I Refuse It!.
E sì, ci sono anche le scansioni. Piccole, ma ci sono.
Contenti o no?

Tracklist:

a01. IRI! - Nuove dal fronte
a02. Chocu Umeret
a03. Fall down
a04. Josephine (the camel girl)
a05. Hit'n'run attack
a06. Sacrifici umani
a07. The story of my house
a08. Mannikin
a09. Mira il tuo popolo
a10. Spread of disease (contagio)
a11. Questo è l'inferno
a12. Chocu Umeret II

b01. CCM - Voice of the blood/Barbed wire world
b02. (Right to be) Italian
b03. Nation on fire
b04. Envy (I’m a mess)
b05. Foe or friend
b06. Life of punishment
b07. (We’re the) Juvenile delinquency
b08. Work (means death)
b09. 400 fascists
b10. Alkool
b11. Everyday’s a Reagan day
b12. Best party ever/No bore
b13. Bendix power/Secret hate
b14. Addiction
b15. Camp Darby blues (Any sacrifice)
b16. Tellyson
b17. Need a crime/Ultracore


Autoproduzione
----------------------------------------
Download here

*****

25 marzo 2010

Bloody Riot - Disubbidisciti #2001

Senza dubbio il miglior gruppo della scena panc romana degli anni ottanta, i Bloody Riot raccolgono in un unico cd tutta la loro discografia (escluso l'ultimo Musica italiana del 2008), aggiungendovi tre inediti scritti nel 1982 ma registrati nel 2001. Spettacolare il primo e omonimo singolo del 1983 (che può fregiarsi del titolo di "primo disco autoprodotto a Roma") nel quale i nostri si cimentano in un hardcore veloce e rockeggiante, condito da liriche efficaci e dai classici ritornelli-slogan. Anche l'ellepì dell'anno successivo è un concentrato di hardcore selvaggio e furente con un tocco metallico in più, confermato dai numerosi assoli di chitarra. Quasi incommentabili invece le tracce dal vivo che chiudono il disco, causa la pessima qualità audio.
Il disco usciva per Onda Rossa Libri allegato ad un'autobiografia della band, che all'epoca ha provocato (lo scopro ora per caso) le rimostranze di qualche femminista incallita. Se volete di più, c'è anche il libro scritto dal cantante Roberto Percivalli Come se nulla fosse, uscito nel 2000 per i tipi della Castelvecchi.
Aò!

Bloody Riot - Contro lo stato - C.L.S.


*tracks 01-03 previously unreleased
*tracks 04-07 from the S/t 7" #1983
*tracks 08-20 from the S/t 12" #1985
*tracks 21-23 live @ Forte Prenestino #1984

Tracklist:

01. Anarchia in Italia
02. Io odio i frikkettoni
03. Disubbidisci
04. Bloody Riot
05. Contro lo stato - c.l.s.
06. No eroina
07. Naja de merda
08. Nervous breakdown
09. Birra
10. Don't think of tomorrow
11. Bloody riot
12. Partisans
13. Polizia
14. Gioventù bruciata
15. Bitch
16. No eroina
17. Teppa life
18. Hear the noise
19. Contro lo stato - c.l.s.
20. Naja de merda
21. No eroina
22. Naja de merda
23. Fuck the U.S.A.

Onda Rossa Libri
---------------------------------------
Myspace
Download here

*****

22 marzo 2010

I Refuse It! - Cronache del videotopo #2005

Fra il 1982 e il 1983 il punk italiano fini' sulla mappa. Anche se prima vi erano stati gruppi punk italiani, fu con l'affermarsi della scena hardcore che si comincio' a parlare di un'autentica "scena" italiana o, per meglio dire, di molte scene locali. E, naturalmente, non si tratto' di una questione semplicemente musicale.
L'hardcore punx in quegli anni rappresento' infatti per molti di noi un'attitudine e un modo di vivere. In Toscana la scena nella sua globalita' divenne nota con la sigla GDHC che sta per Granducato Hardcore e gli I Refuse It (insieme ai CCM, ai TRAUMATIC, ai PUTRID FEVER, agli JUGGERNAUT e vari altri) ne furono uno dei gruppi piu' significativi.
Per le molte ispirazioni che li contraddistinsero e per la tendenza a sperimentare, forse gli IRI sono difficili da inquadrare come un gruppo hardcore tout court. Sta di fatto pero' che il loro impegno nella e per la scena ne fece uno dei gruppi che maggiormente caratterizzarono l'esperienza del GDHC.

da Prom-o-rama

I Refuse It! - Agguato


Tracklist:

01. Nuove dal fronte
02. Hit'n'run attack
03. Chocu umeret
04. Fall down
05. Josephine (the camel girl)
06. Sacrifici umani
07. The story of my house
08. Mannikin
09. Spread of disease (contagio)
10. Mira il tuo popolo
11. Chocu umeret 2
12. Fuggi fuggi
13. Agguato
14. Frecce avvelenate sul comitato disastri
15. Noi vi odiamo
16. Sogni a doppie vie
17. Cronache del videotopo
18. M
19. Ricatti
20. Questo è l'inferno..questa è Eleusi
21. Che cosa posso fare di erotico (per non diventare nevrotico)
22. Il gatto
23. Paradiso zero
24. Tele urna 9000
25. Mind the gap

Wide records
-----------------------------------
Myspace
Download here

*****

21 marzo 2010

Radio Birdman - Radios appear/Living eyes #2002

Doppio upload domenicale per una delle migliori band australiane di tutti i tempi, durata praticamente un lustro (1974-1978, ignorando la reunion del 1996) ma capace di lasciare un segno importante nella storia del rock mondiale. I Radio Birdman esordirono sulla lunga distanza nel 1977 con l'inarrivabile Radios Appear, un concentrato di proto-punk stoogesiano (al quale rendono omaggio con una splendida cover di TV eye), garage (con tanto di organetto e tastierine d'ordinanza) e punk rock, selvaggio e abrasivo al punto giusto eppure magistralmente eseguito. Il secondo lavoro venne registrato a pochi mesi di distanza dall'uscita di Radios Appear e subito prima dello scioglimento della band, ma rimase intrappolato nei "soliti" cassetti fino al 1981, anno della pubblicazione ufficiale. Nella mia versione di Living Eyes, che è quella completamente remixata nel 1995, più pulita rispetto alla registrazione originale (che trovate qui), i suoni si ammorbidiscono leggermente ma la traiettoria e la stoffa dei sei australiani rimangono immutate, regalandoci alcune indimenticabili perle di punk-hard-rock genuino (445 SD, TPBR combo, Iskender time, Burn my eye '78). Insomma, due album fondamentali che continuano a sanguinare rock'n'roll a più di trent'anni dalla loro uscita e che molto avrebbero da insegnare a quella marmaglia di "indie-qualcosa" che oggi spopola nelle orecchie di troppa gente. In più rendono veramente impossibile scegliere una canzone da proporvi come anteprima..
Ecco, quelle che trovate qua sono le ristampe del 2002 su Citadel Records, con delle tracklist lievemente differenti sia dagli originali che dalle altre ristampe (ad esempio manca Snake dallo splendido primo 7" Burn my eye - che potete però recuperare dal blog di Felipe).
In ogni caso, Aussie über alles!

Radio Birdman - Descent into the Maelstrom


Radios appear #2002

Tracklist:

01. Aloha Steve & Danno
02. Non stop girls
03. Anglo girl desire
04. What gives?
05. Murder city nights
06. Man with golden helmet
07. Descent into maelstrom
08. Do the pop
09. Hand of law
10. New race
11. Love kills
12. monday morning gunk
13. hit them again
14. TV eye
15. You're gonna miss me

Citadel records
------------------------------------
Download here

*****

Living eyes #2002


Tracklist:

01. Hanging on
02. 455 SD
03. Do the movin' change
04. TPBR combo
05. I-94
06. Iskender time
07. Burn my eye '78
08. Alien skies
09. Time to fall
10. Smith and wesson blues
11. Crying sun
12. Breaks my heart
13. More fun
14. Alone in the endzone

Citadel records
-------------------------------------
Download here

*****

20 marzo 2010

AA.VV. - Papi, queens, reichkanzlers & presidennti (7") #1982

Lo conoscete no? E' lo storico Secondo Attacco su 7" della seminale punk-label creata dai RAF PUNK, che raccoglie brani dei bolognesi IRAH e SOTTOCULTURA (pre-RAPPRESAGLIA), dei torinesi KOLLETTIVO e 5° BRACCIO, dei berlinesi STROMSPERRE, dei finlandesi KAAOS e degli inglesi TOTAL CHAOS (non gli ammmeregani). Qualche fruscio è d'obbligo per questo cimelio del punk hardcore nostrano, ma nel complesso il rip è davvero ottimo. Unica curiosità, il lato A andava fatto girare a 33 e un terzo, mentre il lato B a 45.

Tracklist:

a1. IRAH - Fotti il sistema
a2. TOTAL CHAOS - Revolution part 10
a3. QUINTO BRACCIO - Mai più tortura

b1. STROMSPERRE - Alltag
b2. KAAOS - Isanmaalliset
b3. SOTTOCULTURA - Attack
b4. KOLLETTIVO - Lotta per il potere

Attack Punk records
----------------------------------
Download here

*****

19 marzo 2010

JohnWoo - Who? (7") #2004

Davvero bellino il primo 7" (dopo il cd Woodoo del 2001) di questi quattro veneziani: farcito di melodie accattivanti e ritmi frenetici, ci regala tre gemme di wave rock'n'roll, suonate à la punk e devote al garage sound dei sixties. Minimali e caotici quanto basta, i nostri dimostrano di aver consumato i vinili dei DEVO e dei MAN OR ASTROMAN?, richiamando il loro immaginario fantascientifico senza però scadere nel becero citazionismo. 6 minuti abbondanti di ass shaking assicurato!

Johnwoo - Negative cars, crashing feelings


Tracklist:

a1. Met Demon meets anarchy

b1. Hello, mr. Birdman!
b2. Negative cars, crashing feelings

Shake Your Ass records
-----------------------------------
Myspace
Download here

*****

18 marzo 2010

Панков - God's deneuve (ep) #1984

Kindergarten Records, 1984. Qualcuno si aspettava di più dall'esodio dei Pankow. Qualcuno li accusò di essersi venduti, altri di aver perso lo smalto, di essersi limati troppo le unghie. Dov'era la violenza elettronica dei concerti? Dov'era il muro di suono? E cos'era quella specie di Simmons che batteva sotto e ricordava troppa spaghetti dance e perfino Comanchero di Moon Ray?
Invece i Pankow si preparavano ad una lunghissima carriera e a sbarcare perfino negli USA.
Dopo il 7" con i DIAFRAMMA e l'ormai introvabile demo Throw Out Rite, discutibile, criticabile, ma non ignorato, ecco il vinile.
Questo 12" non è stato rimasterizzato, non è presente nelle varie raccolte/antologie uscite di recente, e, mi pare, Cross in My Heart sia addirittura sparita dall'era dei compact.
Eppure tra divinità di celluloide alla Ballard, inni all'alcool e alle cameriere inglesi, questo rimane un capolavoro indiscusso, nonchè l'inizio della storia di uno dei più importanti gruppi elettronici italiani.

da Venus+On

Pankow - Das wodkachaos


Tracklist:

a1. God's deneuve
a2. Cross in my heart

b1. Das wodkachaos
b2. English waitresses

KinderGarten records
-----------------------------------
Official website
Download here

*****

17 marzo 2010

AA. VV. - Hate/Love (2 cd) #2005

Dai mò, scaricàtela, però supportate l'ottima iniziativa comprando la ristampa su doppio vinile (limitata a 200 copie) dalla Agipunk. Per il doppio cd, invece, provate a mandare mail alla Hellnation o alla S.O.A..
Lo spirito continua!

Tracklist:

CD 1 - Hate

01. I DENY - Non per me
02. CHAIN REACTION - No way out
03. IMPACT - Solo odio
04. BASTA - Non cambierò mai
05. INFEZIONE - Invasione bianca
06. KINA - Nessuno schema
07. THE WOPS - Hateful town
08. KOBRA - Occupazione
09. HIGH CIRCLE - Aiuta la tua scena
10. EU'S ARSE - Cibernauti
11. THE RIDE - Masturbazione mentale
12. LAGER - Vacation army
13. REIG - Disarm
14. STINKY RATS - S.p.c.u.
15. UPSET NOISE - Grigiore
16. ROUGH - Sempre uniti restiamo (n'oi!)
17. DICTARISTA - Crociate
18. RAW POWER - Fabbrica
19. LAST CALL - Non mi posso più fermare
20. UART PUNK - Frustrazione
21. DIOXINA - Rimini brucia
22. SHOCKIN' TV - Piccola Eva
23. ATROX - Network
24. I REFUSE IT - Questo è l'inferno

CD 2 - Love

01. STIGMATHE - Italia brucia
02. RAPPRESAGLIA - Rappresaglia
03. UNDERAGE - Marijuana punk
04. U.D.S. - Ma che bella società
05. NEGAZIONE - Diritto contro un muro
06. DIGOS GOAT - Uno sguardo in cui guardare
07. NABAT - Senza soldi senza casa
08. BLAXFEMA - Vivisezione
09. BED BOYS - Pace non vuol dire solo niente guerra
10. INDIGESTI - Silenzio statico
11. WARFARE? - Anarchia
12. CONTRAZIONE - A sud di Torino
13. YOUNGBLOOD - Rockstar
14. UPSIDE - Nati per soffrire
15. F.C.A. - Non ti regge la pompa
16. FALL OUT - Criminal world
17. P.S.A. - Black world
18. PEGGIO PUNX - Solitudine
19. STIGE - Tendenze omicide
20. FUN - Come voi
21. TIRATURA LIMITATA - Cheyenne

Lovehate80.it / S.O.A. records
---------------------------------------------
Download here

*****

15 marzo 2010

Oxes - 05/06/02 Peel sessions #2002

Prima di due Peel Sessions (l'altra verrà registrata nel 2004, un mese prima della scomparsa del mitico dj inglese) per il trio statunitense tutto strumentale che dimostra di saperci fare anche dal vivo. I brani eseguiti appartengono metà al primo (2000) e metà al secondo album (2002) - più un'assurda cover dei FOO FIGHTERS - quindi le coordinate rimangono quelle che avevo descritto qua: tanti FUGAZI e un'alta concentrazione di rock matematico e noise.

Oxes - Half half & half


Tracklist:

01. Boss kitty
02. Half half & half
03. Panda strong
04. Everlong (FOO FIGHTERS cover)
05. Panda strong, pt. 2
06. ...and giraffe, natural enemies
07. Dear spirit, I'm in France
-----------------------------------------------
Myspace
Download here

*****

14 marzo 2010

Rappresaglia - 1982 #2004

Nati nell'82 e tuttora attivi i Rappresaglia rappresentano un pezzo di storia del punk italiano. 1982 rende disponibile per la prima volta su CD il materiale registrato dalla line-up originale con Ricio alla chitarra, Franz alla voce e al basso e Gigo degli IMPACT alla batteria.
L'album, pubblicato originariamente in vinile nel 1998, contiene otto brani di pura furia hardcore compresi Attack e Disperazione - apparsi nella compilazione Skins e Punks = TNT della CAS Records, etichetta dei NABAT - e altri sei rari pezzi fino ad oggi disponibili solo nell'edizione in vinile di 1982, ormai introvabile. Pubblicato dall'etichetta indipendente City Of The Dead, 1982 è un disco imperdibile per ogni fan della band e dell'hardcore punk all'italiana.

dal sito

Rappresaglia - Attack!


Tracklist:

01. Attack!
02. Disperazione
03. Esistenza programmata
04. Aborto sociale
05. Morire per i vostri errori
06. 1984
07. Rifiuto
08. Dorghe sociali

City Of The Dead
------------------------------------
Myspace/Official website
Download here

*****

13 marzo 2010

Underage - Afri cani (7") #1983

Secondo grezzissimo lavoro (dopo la prima e introvabile demotape) dei punx napoletani, anche questo su Attack Punk. Abbastanza scontati e canonici dal punto di vista musicale (anche perché la registrazione poverissima non aiuta molto ad apprezzare i vari riffs), i nostri si distinguono invece per le ottime liriche, intransigenti e sarcastiche (Marijuana punk) allo stesso tempo. Gli Underage si scioglieranno subito dopo questa pubblicazione e alcuni loro membri continueranno a suonare con gli INSOFFERENZA e i RANDAGI.
NaPunx!

Underage - Marijuana punk


Tracklist:

a1. Underage
a2. Marijuana punk
a3. Senza leggi
a4. Kids
a5. Thanks U.S.A.

b1. Lager
b2. Sporca naja
b3. Tre settembre
b4. Entro domani

Attack Punk
-------------------------------
Download here

*****

12 marzo 2010

Negazione/Declino - Mucchio selvaggio (tape) #1984

@@@###!!!
Il miglior rip in circolazione (con tanto di scansioni).
Non mio, ovviamente.

Tracklist:

a1. NEGAZIONE - Irrazionalità sconnessa
a2. Maggioranza/minoranza
a3. Tutti pazzi
a4. Non mi dire
a5. Omicida 357 Magnum
a6. Plastica umanità
a7. Alibi
a8. Chiuso in te stesso

b1. DECLINO - Intro/Vittime
b2. Inutile trionfo (un passo verso la solitudine)
b3. Frontiere
b4. .........
b5. Terra bruciata/Giustizia parte II
b6. Mortale tristezza
b7. Vita
b8. Diritto-dovere
b9. Eresia

Disforia/Ossa Rotte Tapes
--------------------------------------
Download here

*****

Irah/Stalag 17 - Né buoni né cattivi...soltanto incazzati (7") #1983

Anarchico derby felsineo tra due storiche band del giro Attack Punk. Gli Irah nascono nel 1982 con le due finali ancora capovolte (Irha) e partecipano subito alla mitica compilation Papi, queens, reichkanzlers & presidenti. Dopo quest'ottimo split con i punx concittadini, invece, pubblicheranno altri quattro ep che non sono mai riuscito ad ascoltare ma che penso abbiano poco a che fare con il punk hardcore stradaiolo dei primi anni (leggo di contaminazioni dub...). Degli Stalag 17 non so niente se non che debuttarono un anno prima degli Irah partecipando all'altrettanto storico ep Schiavi nella città più libera del mondo.
Segnalo infine questa primitiva pagina web nella quale potrete trovare diverse fotografie d'epoca dei gruppi in questione e una sorta di antologia delle punk/wave band negli anni '80 bolognesi.
Socc'mel!

Tracklist:

a1. IRAH - Poseurs e dintorni
a2. Burattini in divisa con pistola
a3. Marconi occupato
a4. Vivisezione

b1. STALAG 17 - Nobel per l'orrore
b2. Anarchia nella mia vita
b3. Diritto alla casa
b4. Sposiamoci

Attack Punk
-------------------------------------
Download here

*****

10 marzo 2010

Polikarpa Y Sus Viciosas - 1995-2004 recompilacion #2004

Ritornano gli album del buon Raffaele, stavolta con un combo tutto femminile direttamente dalla Colombia. Incazzate e coscienti come poche, Polikarpa Y Sus Viciosas (Policarpa Salavarrieta è un'eroina della Rivoluzione colombiana, morta giovanissima durante le guerre di riconquista spagnole di inizio '800) si formano nel 1995 a Bogotà, con l'obiettivo di incanalare la rabbia anarchica delle proteste sociali, politiche e femministe, nei tre semplici accordi del punk hardcore. Non essendo riuscito a trovare informazioni su questa compilation non so dirvi a quali album appartengano i vari brani, ma so che alla traccia 13 cominciano le registrazioni più vecchie e la qualità audio, giustamente, scende. In ogni caso, nelle ventisette canzoni del disco troverete per lo più influenze street/oi! (un po' VICE SQUAD), accelerazioni hardcore (soprattutto agli esordi) e qualche brano più rockeggiante. I titoli scelti, invece, parlano da soli e non mi fanno sprecare parole sulle liriche della band.
DIY punk!

Polikarpa Y Sus Viciosas - Puta potrida


Tracklist:

01. La heroina
02. Policia de mierda
03. Anarquia
04. Machos
05. No al servicio militar
06. Libertad
07. Nino de la guerra
08. Puta potrida
09. La guerra
10. Planeta en destruccion
11. Violacion
12. Tercer mundo
13. Desplazados
14. Falso mundo
15. Juego de disfraces
16. Para todos aquello
17. ?
18. Animales muertos
19. Que quieres de mi
20. Capitalista
21. Amar
22. Split hartas
23. Denuncio
24. Jovenes
25. Animales muertos
26. ?

Autoproduzione
-----------------------------------
Myspace
Download here

*****

8 marzo 2010

CCC CNC NCN - Live Forte Prenestino 1-5-91 #1991

Storica live tape romana del collettivo anarco-industriale torinese che si produce, tra percussioni tribali, parti recitate, elettronica malsana e chitarre taglienti, in una spettacolare performance di trentotto minuti che avrà sicuramente lasciato sbigottiti i fortunati spettatori presenti. Noi ci accontentiamo di quest'ottimo rip in traccia unica (quindi niente anteprima) scaricato a tempo debito dall'inimitabile blog di Peter.

Kontagio Produzioni
------------------------------------
Myspace/Official website
Download here

*****

7 marzo 2010

Sedia - Sedia #2004

Cosa sarebbero i PRIMUS in versione strumentale senza il basso continuamente slappato? Un altro gruppo, risposta ovvia. Infatti i Sedia sono proprio l'altro gruppo. Una chitarra, un basso, una batteria e tanto noise; tutto questo trasceso dai limiti del post rock, genere nel quale hanno ben piantate saldi le loro radici e spostato in un impianto noise/avantgarde al limite dello schizofrenico. Un impianto fatto di divertimento prima di tutto, lontani dalle calcolate improvvisazioni, dalle reiterazioni sonore, dai manierismi e da tutto ciò che ormai, sfortunatamente, contraddistingue il genere di partenza nonchè dall'inascoltabilità forzata e intellettuale delle sperimentazioni. Qui c'è un basso martellante che sembra quasi essere fatto d'acciaio. C'è una chitarra che sa passare da ossessionanti arpeggi a durissimi pugni in faccia. C'è una batteria anarchica. C'è frenesia, c'è la rilettura delle sonorità che hanno fatto famosi generi come post-rock, math rock, noise e hardcore. C'è l'ossessività che palpita quasi dentro lo stomaco di Mabuse. C'è Stalker che parte sparato come una macchina verso un crash test. C'è Moholy Nagy che vive di ritmi sincopati. E poi c'è la furia, che è quello che contraddistingue questo disco, che gli regala la sua forte personalità.
I riferimenti ci sono: si potrebbero citare i CHEVREUIL per le parti di basso e batteria così di pietra, magari gli SHELLAC e i DON CABALLERO per le sonorità frenetiche e a spigoli. Gli EX per l'anarchia e terrorismo nel scrivere partiture che assomigliano a terremoti. O ancora come attitudine molte band di hardcore. Ma non è principalmente la cosa che importa. Prima di tutto la loro musica è materia. Anzi, citando una loro intervista: poca cultura, poca idea e poco cuore; soprattutto materia e movimento. Sedia è fatto d'intenzioni. E se le intenzioni sono quelle di cui è rivestito il disco, c'è ben da sperare.
Certo, se poi non fossero un altro gruppo, potrebbero benissimo essere i Primus senza basso slappato e senza voce.

Rocklab

Sedia - Tadao ando


Tracklist:

01. Stalker
02. Moholy Nagy
03. Tadao Ando
04. Anacleto
05. Kinski contro Volonté
06. Mabuse

Wallace records
--------------------------------------
Myspace
Download here

*****

6 marzo 2010

Blank Its - Windows are dirty (7") #2008

Interessante trio seattleiano che: mischia garage, punk rock e wave; ama le distorsioni e le sonorità lo-fi; e a tutto questo aggiunge un cantato cibernetico incredibilmente adeguato al contesto. Un riuscito incrocio tra CLOROX GIRLS, MAN OR ASTROMAN? e BUZZCOCKS. Consigliatissimi!

Blank Its - Divorce


Tracklist:

a1. Windows are dirty

b1. Divorce

Sweet Rot records
--------------------------------
Myspace
Download here

*****

5 marzo 2010

AA.VV. - Italian punk hits from 77-84 #1997

L'avrete già capito da soli: questa compilation puzza di autoproduzione lontano un miglio e magari sarà capitato anche a voi di scaricarla. Eppure sarebbe uno sbaglio sottovalutarla perché contiene alcune chicche non da poco: come l'unico 7" dei misconosciuti e anti-nuclearisti Satan 81, il primo lavoro degli ottimi pordenonesi Ice & The Iced o l'introvabile singolo dei pisani Upper Jaw Mask (con membri dei CCM e NOT MOVING!). Ringraziamo dunque la fantomatica KW (Kill Wojtyla?) records per i preziosi rip ma non per l'assurda copertina...

Tracklist:

01. AEDI - Fratelli d'Italia
02. AEDI - La bomba atomica
03. ANDREA MINGARDI SUPERCIRCUS - Pus
04. ANDREA MINGARDI SUPERCIRCUS - Tarantola
05. ICE & THE ICED - Rock 'pn' roll
06. ICE & THE ICED - Polyschyzophrenya
07. ICE & THE ICED - We've bad enough
08. ICE & THE ICED - Freezer
09. SATAN 81 - Radioattività
10. SATAN 81 - Svacco
11. UNIPLUX - Chi siamo noi
12. UNIPLUX - Ux
13. UNIPLUX - Maledetto rock
14. UNIPLUX - Sally
15. UPPER JAW MASK - Whiskers-zak zero
16. UPPER JAW MASK - Rock foot dance

KW records
---------------------------------
Download here

*****

4 marzo 2010

Vapurella - Psicopatia #2001

Seconda farmaceutica uscita dei messinesi (dopo il 7" Fuck all these del 1998), in bilico tra hardcore vecchia scuola, influenze post e noise. Registrazione abbastanza grezza e un alto tasso di psicopatia.

Vapurella - Ex band


Tracklist:

01. Born to be...hem...to bee...
02. Lady-clock
03. Ex band
04. Bubby
05. Quarto piano palazzina E
06. L'assenzio
07. La ronda dei prigionieri
08. Realistic prayer

Fortemente Indiziati records
-----------------------------------------
Myspace/Official website
Download here

*****

2 marzo 2010

Chelsea Hotel - We're all gonna die!! (demotape) #1982

Prima e unica registrazione del seminale combo piacentino nato sul finire degli anni '70 e scioltosi nel 1983. Al suo interno hanno militato Davide Devoti (futuro RAW POWER e chitarrista di Vasco), Maurizio Dodi (già RAW POWER) e Tony Face (futuro batterista nei NOT MOVING nonchè blogger); non a caso alcuni brani dei Chelsea Hotel presenti in questa cassetta saranno ripresi dagli hardcorers reggiani qualche anno più tardi (We're all gonna die e A certain kind of killer in Screams from the gutter del 1985). Nelle 10 tracce in questione c'è tutto quello che vi aspettereste da una formazione del genere: il proto-punk e il punk settantasettino, l'hardcore californiano (molto CIRCLE JERKS) e qualche contaminazione hard rock (se non metal) nelle chitarre.
La qualità dell'audio invece, trattandosi (credo) di una registrazione dalla tape originale, è abbastanza scarsina. Se però volete di meglio, in giro dovreste trovare la ristampa con qualche traccia bonus in vinile (su Flowers Of Grain, 1992) o in cd (Spittle records, 2006).

Chelsea Hotel - We're all gonna die


Tracklist:

a1. Bloody life
a2. Wild one
a3. Mud
a4. Heretic
a5. Revenge

b1. We're all gonna die
b2. A certain kind of killers
b3. I'm dead
b4. Rattle
b5. The night

Autoproduzione
--------------------------------
Tribute myspace
Download here

*****

1 marzo 2010

Oracle - Going up the river #2009

Questa invece la dovevo da parecchio tempo ai tre oracoliani bolognesi che avevano gentilmente concesso la pubblicazione del suddetto album su queste pagine. Gli Oracle nascono nel 2007 e si propongono in una formazione alquanto atipica nel panorama andergraund: batteria, synth/voce, basso multieffetto. Nessuna chitarra dunque per un progetto che fa delle frequenze basse e delle ambientazioni oscure il proprio credo, pur senza rinnegare del tutto la componente "melodica". "Emozionali" al punto giusto i nostri ci conducono in un vero e proprio trip di quarantacinque minuti, formato da ossessivi ed ipnotici loops di basso, da un minimale tappeto ritmico steso dalla batteria, dalle svise sintetiche e dalle urla disperate di Tommy. Capaci di passare allegramente da lunghi intervalli dark ambient a brevi ed intense sfuriate post hardcore, gli Oracle stordiscono l'ascoltatore a suon di massicce e persistenti vibrazioni che disegnano paesaggi sonori allucina(n)ti, sottolineati da liriche ermetiche e negative. Come spesso succede in questi casi, senza nulla togliere all'ottimo lavoro in studio, il meglio di sè gli oracoliani lo danno dal vivo, dove si avvalgono anche della collaborazione alla voce di Filippo degli ACTION DEAD MOUSE, presente anche nel brano Chant of a world on the verge of ruin.
Quando si parla di frequenze basse, umori neri e distorsione, oggi in Italia c'è un solo nome (o quasi): Cynic Lab (date un'occhiata al roster e capirete), autrice di un'edizione su vinile gatefold davvero pregevole. Il disco è stato masterizzato negli States da Mr. Carl Saff (già al lavoro con ACID MOTHER TEMPLE, OM, XIU XIU, OXES...) e quella che state per scaricare è la versione tratta dal cd-r allegato al vinile, più lunga di qualche minuto rispetto a quella incisa sul 12" e con le prime due tracce accorpate.

Listen to the Oracle!

Oracle - We are all accomplices


Tracklist:

01. We are all accomplices / Glares of light
02. Rebirth
03. Chant of a world on the verge of ruin
04. The wrong place

Cynic Lab
-------------------------------
Myspace
Download here

*****