Mediafire & ADrive accounts have been locked

08/04/2012: mediafire account has been closed
16/11/2015: adrive account has been closed
11/07/2016: new mega account

1 aprile 2010

Standstill - Memories collector #2002

Il meglio di certo indie-rock americano degli ultimi anni, il movimento emo-core, la melodia e la rabbia degli AT THE DRIVE-IN, la sincerità, la vitalità dei FUGAZI. Tutto questo fuso insieme, metabolizzato e riproposto con una nuova freschissima, perfetta veste. Tutto questo (e anche più di quello che si può rendere in una recensione) è Memories Collector dei catalani Standstill.
Finora i 5 avevano pubblicato un 7” split coi tedeschi ENGRAVE, un ep (The Tide) e un altro cd (The Ionic Spell) entrambi per la Bcore, indie-label di Barcellona, ma solo con quest’ultimo lavoro entrano di diritto nell’Olimpo degli "out-siders" della musica indipendente internazionale.
Per spiegare che musica fanno prendiamo il referente principale: gli At The Drive-In, quelli di Relationship Of Command (e ho detto tutto), sì ma immaginateli più espressivi, intensi e raffinati nelle parti melodiche, introspettive (lo so che sembra impossibile ma è così) e più screaming, genuinamente hardcore in quelle tirate. Come direbbero i gitani, gli Standstill hanno “El Duende” cioè la capacità innata di trasmettere un’emozione, un sentimento profondo.
I testi sono stupendi, intelligenti, pura poesia. I brani? Che dire... sono tutti superlativi, vi segnalo quelli in cui l’intensità tocca un apice leggermente piu’ alto: Always Late, Two Poems, Skies And A Mouse, Not The Place e quelli contraddistinti da lirismo puro come Dead Man Picture o la strumentale Welcome e la trasognata, conclusiva Airplane.

via Kathodik

Standstill - Ride down the slope


Tracklist:

01. Ride down the slope
02. Always late
03. Dead man picture
04. Two poems
05. Skies and a mouse
06. Welcome
07. Not the place
08. Mathusalem syndrome
09. Memories collector
10. Airplane

BCore Disc
--------------------------------------
Myspace
Download here

*****

1 commento:

flaviopintarelli ha detto...

Li vidi Live nel lontano 2003, e spaccavano. Decisamente un grande disco! Fa piacere che certe chicche rispuntino fuori quando non ce se le aspetta.
ps arrivo a questo blog cercando la copertina del disco da mettere su iTunes