Mediafire & ADrive accounts have been locked

08/04/2012: mediafire account has been closed
16/11/2015: adrive account has been closed
11/07/2016: new mega account

10 gennaio 2011

Santantonio - Disperazione in musica #2004

Decisamente intrigante questo lavoro che parte con un riffing di chiara estrazione swedish/melodic death per sorprendere con un cantato in italiano capace di richiamare alla mente la nostra scuola hardcore anni Ottanta.
Per una volta tanto, infatti, le influenze scandinave non coprono completamente il versante hardcore della proposta musicale, ma ne entrano a fare parte, lasciando comunque alle vocals il compito di sottolineare come primissimi IN FLAMES e DARK TRANQUILLITY siano qui al servizio di un sound che in più di un momento ricorda un nome sacro come quello dei NERORGASMO. Le atmosfere sono plumbee e vanno a sposare la bellissima grafica completamente giocata su un gioco tono su tono dalle tinte scure come la notte, per un effetto finale tanto personale quanto capace di colpire la fantasia dell'osservatore e di imprimersi nella sua mente. Metal-core, dunque, ma un metal-core che non fa il verso al trend dominante, bensì ne offre una versione stravolta e dilaniata, creando un mix impossibile tra gli aspetti più arcani e meno stereotipati delle distanti fonti di ispirazione. Un disco che si fa ascoltare con piacere dalla prima all'ultima nota proprio grazie all'ottimo lavoro del cantante, in grado di rendere riconoscibili e inconfondibili le composizioni targate Santantonio.

da [audio]drome

Santantonio - Vivo


Tracklist:

01. Amaro finale
02. I nostri passi
03. Tempesta di grida
04. Vivo
05. Disperazione
06. Guardare lontano
07. Vent'anni
08. I miei occhi sanguinano (demo)

Coproduzione
---------------------------------------
Myspace
Download here


*****

2 commenti:

Anonimo ha detto...

il balck album (solo per la copertina) del do it yourself italiano!
Quando arrivò fresco fresco nelle mie mani rimasi perplesso (l'immagine c'è, ma la vedi solo se usi i raggi X o sei sotto l'effetto di qualche strana sostanza).
Se fu voluta questa scelta rimane ancora un mistero.

Grazie per l'ennesima pubblicazione di un disco che ritengo fondamentale (e non centra un cazzo che io sia tra i coproduttori).

mastello

Stregaa ha detto...

Ciao!
Finché non ne becco una copia fisica, stavo provando a scaricarlo: qualsiasi mirror scelga, il file non viene trovato. Dopodichè, hai per caso idea se ne esistano delle copie viniliche?
Grazie!