Mediafire & ADrive accounts have been locked

08/04/2012: mediafire account has been closed
16/11/2015: adrive account has been closed
11/07/2016: new mega account

7 dicembre 2013

Gaznevada - Psicopatico party #1983

Dopo la splendida conferma di Dressed to kill, qualcosa di importante accade in casa Gaznevada. Lascia Andy Nevada alias Giorgio Lavagna per dedicarsi al progetto STUPID SET, ma anche per incomprensioni interne al gruppo, musicali e non. Se ne va quindi l’elemento più destabilizzante a livello sonoro, l’ala oltranzista della band e, di conseguenza, il frontman diventa a tutti gli effetti Billy Blade alias Sandro Raffini, mentre il timone compositivo viene preso saldamente in mano dal chitarrista Ciro Pagano, in arte Robert Squibb. Gli effetti sono immediati: l’ep (Black Dressed) White Wild Boys occhieggia alle nuove derive wave-pop anglosassoni e, allo stesso tempo, si prepara per l’invasione italo-dance che sta dilagando in Europa, un’onda che, di lì a poco, sarà cavalcata dall’Italian Records al gran completo. Insomma i Gaznevada approcciano il mercato e lo fanno nella maniera più diretta possibile, con un 45 giri come Ragazzi dello spazio, che dovrebbe portarli a San Remo, ma soprattutto con la vera bomba del loro nuovo repertorio, quella I.C. Love Affair con cui navigheranno alti in classifica e che, nella versione a dodici pollici, diverrà un must del dancefloor anni ’80. Con queste premesse, esce nel 1983 il secondo album Psicopatico party – di cui latita una doverosa reissue – che, come tanti lavori di transito, ha il fascino ambiguo della via di mezzo, di quegli strani ibridi nati un po’ in fretta come ponte fra un passato ormai scritto e un futuro in via di costruzione. C’è la reprise classica alla Gaznevada di A. Perkins, tutta spigoli ed ossessione noir, ma già l’attacco di Fashion crime poppeggia in altre direzioni, con il sax morbido che suggerisce nuove sponde prima che esploda la suddetta I.C. Love Affair a spazzare via (quasi) tutto, Blade che fa l’Alan Vega con braghe pre-house e i cori stellari della onnipresente Fawzia. L’assurdo cantato di Agente Speciale nasconde un’altra potenziale hit che verrà svelata dal successivo remix ad opera di Tony Carrasco, mentre Visitors from the space, Whispers ed il brano che titola il disco galleggiano fra autocitazionismo, tappeti tastierosi e molta voglia - un po’ repressa – di cambiamento. In chiusura Beirut Ovest, elettro-ballata che cita in uguale misura GARBO e gli ULTRAVOX di Vienna, mostrando una versione della band che non avrà seguito.

da "Audiodrome", a cura di Giampaolo Cristofaro e Gabriele Gardini


Gaznevada - Fashion Crime

Tracklist:

a1. Fashion Crime
a2. I.C. Love Affair
a3. Agente Speciale
a4. A. Perkins
a5. Visitors from the space

b1. Psicopatico party
b2. Whispers
b3. (Black Dressed) White Wild Boys
b4. Beirut Ovest

Italian records
--------------------------------------------
Download here

*****

Nessun commento: