Mediafire & ADrive accounts have been locked

08/04/2012: mediafire account has been closed
16/11/2015: adrive account has been closed
11/07/2016: new mega account

31 agosto 2013

Nuvolablu/Sensounico - Split (7") #1996

I can't say any further about Senso Unico firstly because I have never heard anything else apart these two songs and secondly because their ska-punk is not really my cup of tea. Nonetheless, the record is worth just for the Nuvolablu side: two songs of poppish Washington DC/FUGAZI-punk oriented, even if in my humble opinion they were a representative example of a typical and original sound of the northwestern italian bands during those years.

da Sempre in bilico


Tracklist:


a1. NUVOLABLU - Odio senza occhi/Senza parole

b1. SENSOUNICO - Senza coscienza
b2. SENSOUNICO - Calma

Krikk'e Kasteddu
------------------------------------------

*****

28 agosto 2013

Underage - Entro domani 1981-1983 #2005

Napoli Hardcore/Punk at its climax of energy and spontaneity in full early '80s italo-HC shape. Fast, distorted to the bone, exploding in anger. Not only they were among the first in Italy to introduce the D-beat formula of the first wave of Dis-influenced bands (think of EU'S ARSE as well) but they also added an overdose of buzzsaw distortion that made their nuclear feared / post atomic sound a real gem for those who're able to discern this kind of atmospheres and also those who enjoy the latter wall of noise HC of bands like CONFUSE, GAI, GUDON and similar ear destroyers!

via Rockin Bones


Underage - Entro domani


*tracks 01-09 from Afri-cani, terroni, marocchini (7") #1983
*tracks 10-18 from Demo #1983
*tracks 19-21 live in Naples, 1983
*track 22 from I Fiori del Male (radio transmission)
*tracks 23-28 1982 rehearsals

Tracklist:

01. Underage
02. Marjuana Punk
03. Senza Leggi
04. Kids
05. Thanx USA
06. Lager
07. Sporca Naja
08. Tre Settembre
09. Entro Domani
10. Underage
11. Marjuana Punk
12. Gente Complice
13. Tre Settembre
14. Entro Domani
15. Metropoli
16. Kids
17. Sporca Naja
18. Anarchia Individuale
19. Metropoli
20. Underage
21. Sporca Naja
22. Underage's On The Radio - Catalano's Speech
23. Zombie
24. Lager
25. Violenza Metropolitana
26. Naples Is Dead
27. Kids (instrumental)
28. Gente Complice (instrumental)

E.U. '91 Produzioni
--------------------------------------------------

*****

26 agosto 2013

CCCP Fedeli Alla Linea - Oh! Battagliero (7") #1987

La guerra è fredda
La guerra è limitata
La guerra è endemica
La guerra è è ciclica

La pace è calda
La pace è contrattata
La pace è labile
La pace è ciclica

E noi che siamo esseri liberi
Un ciclo siamo macellati
Un ciclo siamo macellai
Un ciclo riempiamo gli arsenali
Un ciclo riempiamo i granai

La pace è guerra
Con spreco di licenze
La guerra è pace
Con spreco di ordinanze

E noi che siamo essere liberi
Carne
Solo per caso raramente
Qualche cosa d'altro
Un ciclo siamo macellati
Un ciclo siamo macellai
Un ciclo riempiamo gli arsenali
Un ciclo riempiamo i granai

La guerra è fredda
La guerra è limitata
La guerra è endemica

La guerra è il limite delle nostre escursioni
La pace è il limite delle nostre emozioni
La guerra è il limite delle nostre escursioni
La pace è il limite delle nostre emozioni

CCCP Fedeli Alla Linea - Guerra e pace


Tracklist:

a1. Oh! Battagliero

b1. Guerra e pace

Virgin Dischi
--------------------------------------
Download here

*****

24 agosto 2013

Neo - Neoclassico #2011

Il nuovo Neoclassico è un fantastico contenitore di follie, sperimentazioni e incubi, tra il freejazz e l’avantgarde più estremo.
Il trio laziale, pur senza l’utilizzo di un basso elettrico, spinge il pedale sulla ricerca vera e proria, alla John Zorn dei NAKED CITY, pur non dimenticando le origini “nobili” della loro musica. Infatti le quattro Invenzioni sono re-interpretazioni delle le invenzioni a due voci per Pianoforte di J. S. Bach e, come nelle partiture originali, anche qui vi è un vero e proprio dialogo tra il sassofono di Conti e la chitarra di Maresca. Per il resto è un gran bollito di jazz-free-hardcore-punk-country. Blues tradisce l’amore della musica del diavolo da parte del chitarrista Maresca, Lo iodio è un free jazz con elementi simil prog, Good morning presenta un’ossessivo riff di chitarra che funge da tappeto per le improvvisazioni sassofonistiche e batteristiche. È un’opera completa di decostruttività quella che si ascolta. Musica fratturata (basti ascoltare FF FF), spezzata, triturata, e sputata. All’ascolto di tutte queste confuse note ti sembra di essere scagliato violentemente in un grande cesso mentre viene tirata l’acqua, tu alzi la testa e vedi il trio dall’alto che ti fa “ciao ciao” con la manina.
Un lavoro davvero difficile, sconsigliato a chi cerca musica “leggera”. Adatto a chi conosce a menadito la lezione del Capitano Cuordibue e del suo fedele allievo Zorn.

da RockGarage


Neo - Il dente del pregiudizio

Tracklist:

01. Invenzione n. 1
02. Il dente del pregiudizio
03. Mechanical disfunction
04. Good morning
05. Invenzione n. 2
06. Unjustified restrictions
07. FF FF
08. La sindrome di Erode
09. Invenzione n. 3
10. Lo iodio
11. Ruins soup
12. Blues
13. Invenzione n. 4
14. Crimineo [bonus track]
15. Invenzione n. 2 bis [bonus track]

Megasound
---------------------------------------------
Download here

*****

20 agosto 2013

Cemento - Vite (ep) #2011

I Cemento hanno realizzato nel 2011 il loro primo ep Vite, un fuorioso misto di Post-Hc, Downtempo, Screamo e chi più ne ha più ne metta.
Vite viene registrato dopo vari cambi di formazione e vede Ivan alla Chitarra, Ruben alla Batteria, Mezza alla Voce, Nik al Basso. Appena finita l'incisione viene aggiunto Serpico come seconda chitarra.
Con la formazione a 5 elementi hanno già solcato vari palchi in veneto e friuli, suonando con band del calibro dei DECAPITATED, THE SECRET, TOMBS, TEARS BEFORE, GRIME, STORM-O, VISCERA, INHALE YOUR HATE, MUSIC FOR AIRPORTS.
Nati per caso nel 2008, i Cemento, non cercano gloria, né fama, ma vogliono spalmare tutta la loro violenza sugli ipocriti e perbenisti che sono in cima alla piramide che calpestano, con il loro ventre gonfio di corruzione, la speranza e dignità delle persone.

da Cemento


Cemento - Vite

Tracklist:

01. Sassi
02. Buio
03. Vite
04. Ricordi
05. Strade
06. Violet wall/You
07. Neve
08. Outro

Self-released
---------------------------------------

18 agosto 2013

Thelema - Rosa†Croce (tape) #1985

Le origini di un gruppo musicale sono sempre avvolte da leggende o strane storie.
Non è il caso dei Thelema.
Infatti il gruppo si formò nel più normale dei modi nell'inverno del 1984 a Modena quando Massimo Mantovani ex BLOUSONS NOIRS, il bassista Giorgio Parmigiani ex THROBS OF PLEASURE e Gregorio Bardini ex T.A.C. diedero vita alla band ispirati alle idee, alla filosofia e all’opera esoterica di Aleister Crowley, chiamandola appunto Thelema.
La prima urgenza fu quella di cercare un batterista e lo trovarono in Marco Bucciarelli. Con questa prima line-up composero i primi brani (The Golem, The Dance of the Witches, Sweet Pain, e le inevitabili covers di SIOUXIE AND THE BANSHEES e VELVET UNDERGROUND e di altri gruppi). Sicuramente influenzati dalla dark-wave e dal post-punk inglese dell'epoca, riuscirono comunque a dare una propria impronta sonora alle loro canzoni, dove una importante miscelazione quasi tribale tra basso e batteria creava il tappeto ritmico per le armonie di chitarra elettrica e tastiere, il tutto sorvolato dalle melodie vocali non sempre cantate ma anche urlate. L'esordio dal vivo risale al novembre del 1984 ad Ostiglia (Mantova) nel quale suonarono il loro totale repertorio di allora. Realizzarono un primo demo-tape chiamato The Golem and the fall of the dying gods contenente 5 brani e nella facciata b uno stralcio di quel concerto. Nel dicembre dello stesso anno registrarono il primo singolo Rosa Alchemica che uscì nei primi mesi del 1985 insieme alla fanzine Signal di Sandro Bergamo per le Edizioni Lumiere. Le recensioni sulle riviste specializzate e sulle fanzine furono unanimemente positive, e i Thelema iniziarono anche una costante attività live.
Sempre nel 1985 Massimo e Gregorio incisero un nastro di musica rituale intitolato Rosa†Croce, le cui prime 93 copie furono numerate in oro. I primi consensi di pubblico, specialmente a livello locale, li portarono subito in studio per registrare altri nuovi brani. [...]

dal sito

Tracklist:

a1. Side A
(Agape/Baphometh/Paris works)

b1. Side B
(Mary torn upon the wheels/The vision and the voice/The laird of boleskine/Laird dub)

Self-released
---------------------------------------------
Website
Download here


*****

10 agosto 2013

Bad News - No end (12") #2012

S. Bernat & A. Lukas duo operating in the heavy industrial and noise zones, with an awareness of Vivisect-era SKINNY PUPPY, incorporating guitar, synthesizers and drum machines writhing like mercury under sharp female vocals.

via Bad News

Bad News - Decay


Tracklist
:

a1. Decay
a2. No end

b1. Bath salts
b2. Typical illusion


Chondritic Sound
--------------------------------------
Bandcamp
Download here


*****

6 agosto 2013

Quasiviri - Freak of nature (ep) #2012

Le superband esistono e a volte se ne escono pure con grandi cose. Freak of nature (titolo più che azzeccato) conferma lo stato di grazia della “creatura” che aveva esordito con l’ottimo The mutant affair. Chet Martino al basso (storico membro dei PIN PIN SUGAR, ora con i RONIN), Roberto “R.U.N.I.” Rizzo a un synth magmatico da far bagnare le mutande, André Arraiz-Rivas alla batteria, tutti presi a impregnare di fantasia e inventiva pezzi che pestano come martelli pneumatici caricati a LSD, facendo sgorgare fiumi d’argento vivo e miasmi math rock. Le capacità compositive spaziano da Zappa ai RESIDENTS e permettono di godere da matti con quattro pezzi il cui unico difetto è proprio quello di essere pochi, perché si finisce davvero per volerne ancora.

via The New Noise
 

Quasiviri - No more problems


Tracklist:

01. Freak of nature
02. No more problems
03. A cry in the night
04. Bad games

Megaplomb/To Lose La Track/Wallace records
---------------------------------------------
Website/Bandcamp
Download here

*****

3 agosto 2013

Frigidaire Tango - The cock #1982

Luglio 77. Carlo Casale e Stefano Dal Col incrociano le loro strade e ispirati dall’esplosione del movimento Punk formano gli OUTKIDS. Dopo essere diventati Trash con l’aggiunta di sax e tastiere, all’alba degli anni ottanta nascono i Frigidaire Tango. Come per gran parte dei gruppi formati in quell’epoca, l’adolescenza passata ad ascoltare progressive e west coast filtrata attraverso la riconsiderazione della musica in termini di “punk rock”, rivelano quello che poi prenderà il nome di new wave.
Nel 1981 entrano in studio con i loro nomi di battaglia Charlie Out Cazale voce, Steve Hill chitarre e basso, Mark Brenda tastiere e Jm Le Baptiste batteria, durante le registrazioni saranno presenti anche il bassista uscente Steve Elbow e quello entrante Dave Nigger, più il sassofonista Alex Strax. All’inizio del 1982 la Young Records pubblica il loro primo lp: The cock. Le ottime recensioni e il risultato dei concerti spingono il gruppo a tornare in studio all’inizio dell’83 per auto prodursi un mini lp con due nuovi brani e uno dal vivo, intitolato Russian dolls, vengono contemporaneamente preparati due video clip a supporto di Recall e Vanity fair; quest’ultima verrà inserita nella compilation di Rockerilla Body section. In febbraio il gruppo va in tournee come special guest dei Sound mentre una versione dal vivo dell’inedita Dazed life va a finire in un singolo edito da Rockgarage [...].

da Last.fm


Frigidaire Tango - I'm faster

Tracklist:

a1. Dangerous echo
a2. Any time you dress so fine
a3. Blue & pink
a4. Push
a5. Frigidaire Tango

b1. I'm faster
b2. Black curtains
b3. Tell me sometimes
b4. Nothing more
b5. Brain rock
b6. A citizen came

Young records
------------------------------------------
Download here

*****